searchiniz
Processori Siemens


La Siemens AG è un'azienda tegesca tra i maggiori gruppi industriali al mondo, con oltre 400 mila dipendenti in tutto il mondo e un fatturato di 110 miliardi di euro nel 2008.
Fu fondata nel 1847 da Werner Siemens e Johann Georg Halske col nome di Telegraphen-Bauanstalt von Siemens & Halske, si occupava principalmente di produzione di impianti telegrafici e già dagli inizi fu una società notevolmente all'avanguardia nel campo tecnologico, tanto che il governo tedesco le affidò la costruzione della prima linea telefonica tra Berlino e Francoforte.

Nel 1866 Werner von Siemens inventa la dinamo, mediante la quale è possibile distribuire l'energia elettrica a costi bassi e in gran quantità. Dal 1870 al 1890 è tutto un susseguirsi di sviluppi tecnologici: dalla prima ferrovia elettrica, all'illuminazione elettrica della città di Berlino, al primo ascensore elettrico e il primo tram a trazione elettrica.
Anche negli anni successivi la Siemens continua a segnare il passo nel processo tecnologico, costruendo a Budapest la prima metropolitana sotterranea e nel 1903 un locomotore ad alta velocità sviluppato da Siemens stabilisce un nuovo record mondiale raggiungendo la velocità di 210 km/h.

Nel 1920 la Siemens-Schuckertwerke GmbH costruisce una centrale elettrica sul fiume Shannon in Irlanda. La potenza generata dalla struttura venne utilizzata per elettrificare l'intera Irlanda.
La Seconda Guerra Mondiale costituì un periodo buio per la Siemens. Durante la guerra tutta l'industria tedesca si avvalse del lavoro forzato e dei 250 mila lavoratori Siemens ben 50000 erano persone messe a lavorare contro la propria volontà.
I bombardamenti e le distruzioni della guerra comportarono la perdita di oltre l'80% degli impianti e le attività della Siemens.

Nell'immediato dopoguerra tutte le filiali e società controllate si fusero e formarono la Siemens AG e l'azienda ha progressivamente assunto la forma che ha oggi. La forza lavoro riprese a crescere, salendo dai 38 mila del 1945 ai 300 mila del 1972.

Gli anni '60 segnano l'approdo di Siemens nel mondo dell'elettronica e portano l'azienda alla costruzione di dispositivi elettronici e di microprocessori nei decenni successivi.
La Siemens non ha mai prodotto propri processori, ma ha sempre costruito second sources per aziende che richiedevano "secondi fornitori" per i componenti elettronici dei propri apparecchi. Quando è venuta meno l'esigenza di secondi fornitori e sono saltati gli accordi commerciali tra Intel e AMD, la Siemens s'è ritirata dal mercato di CPU pur rimanendo in quello dei circuiti integrati e schede elettroniche. Ciò nondimeno la Siemens ha prodotto numerose famiglie ci microprocessori, dal 8008 fino al 80286, passando per l'8086, l'8088 e l'80186, in moltissime varianti e specifiche.

Attualmente la Siemens conferma la sua vocazione a coprire tutti gli ambiti dello sviluppo tecnologico, dall'elettronica industriale, alle macchine elettriche, agli elettrodomestici, alla telefonia, fin anche all'informatica.



Le mie cpu Siemens




searchfine





searchfine