searchiniz
Processori Elektropribor


La storia di Elektropribor parte dal'8 luglio 1916 quando l'imperatore di Russia lo Zar Nicola dispose la costruzione del dipartimento topografico militare dell'ufficio principale dello stato maggiore a San Pietroburgo, sul Mar Baltico.

L'impianto Elektropribor a San PietroburgoNel 1927 entrò in funzione lo stabilimento Elektropribor che produceva dispositivi di misurazione elettrica. Appena due anni dopo fu aperto il dipartimento navale che divenne lo sviluppatore dei principali sistemi antincendio della marineria russa; lì sono stati prodotti i primi sistemi a giroscopio per le navi e gli aeromobili sovietici e durante la Seconda Guerra Mondiale venne sviluppata la prima girobussola sovietica per l'uso su navi militari e commerciali.

Nel 1966 l'azienda cambia nome in Istituto Centrale di Ricerca Scientifica Elektropribor e diventa il principale istituto di ricerca del governo sovietico. L'azienda perfeziona sempre più gli strumenti di misura basati sui giroscopi.
Negli anni '70, con l'avvento dell'elettronica, la tecnologia navale si arricchisce di nuovi strumenti, e l'Elektropribor sviluppa i primi microprocessori sovietici. Vede la luce la cpu 580BM80, un clone militare dell'Intel 8080, in tecnologia n-MOS e piedinatura da 2.5 mm anziché gli occidentali 2.54 mm.

L'Elektropribor ha sempre lavorato nell'ambito della ricerca per scopi navali, e così anche dopo la caduta del blocco sovietico, quando è diventata il Centro di Ricerca Statale della Federazione Russa. Oggi il Centro è il principale istituto in Russia nella navigazione ad alta precisione, giroscopia e gravimetria ed uno dei più importanti nel mondo.

searchfine


searchfine





searchfine